FIRENZE CITTÁ DEL RESTAURO – LA RICERCA DI MERCATO


Per meglio comprendere il sistema del restauro e le caratteristiche settoriali e di filiera, è stata predisposta e realizzata una ricerca di settore che ha dato come risultato un'analisi quantitativa del settore restauro sul territorio fiorentino ed un'analisi qualitativa con la ricostruzione del “ciclo produttivo ideale”.

Un ecosistema solido ed innovativo


La città di Firenze ha una dotazione rilevante di oltre 220 imprese capaci di eseguire tutte le diverse tipologie di restauro, dove alla stragrande maggioranza di artigiani specializzati in restauro di beni mobili e superfici si affiancano alcune decine di imprese più strutturate e specializzate nel restauro di immobili.

A queste si aggiunge il contributo dei comparti della filiera.

Si tratta di alcune migliaia di imprese, che occasionalmente o sistematicamente vengono coinvolte in progetti di restauro poiché sono in grado di contribuire con specifica specializzazione a diverse fasi ed attività.

Consolidato sul territorio è anche il sistema dei fornitori di servizi, materiali, tecnologie poiché la stragrande maggioranza delle imprese del restauro concentra i propri acquisti di questi beni e servizi nell’ambito della provincia.

Numerose e prestigiose sono le istituzioni della ricerca e della formazione capaci di contribuire ai percorsi innovativi del settore e di formare le risorse umane con le necessarie competenze. In sintesi, un ecosistema solido, che si confronta ogni giorno con una città dove è presente un patrimonio di beni culturali unico e quindi il luogo fisico dove realizzare i progetti di restauro più complessi, innovativi e sfidanti.

Il valore del restauro a Firenze

Scarica il Report completo delle Ricerca realizzata nell’ambito del progetto «Firenze città del restauro»